Il Castello

A 30 minuti dal centro di Roma, arroccato su una delle ultime colline al confine con la pianura Tiburtina, sorge il complesso Tor de' Sordi.

L'intera struttura, circondata dall'argento vivo degli uliveti e il verde intenso dei campi coltivati, mostra il caratteristico aspetto di un piccolo castello fortificato.

Il palazzo principale, costruito intorno al seicento, si sviluppa attorno a una torre medievale a pianta quadrangolare che conserva ancora il rivestimento originario di pietra del XIII secolo. Successivamente, probabilmente ad opera dei Padri Domenicani, la costruzione fu arricchita da una piccola cappella settecentesca, tuttora consacrata, dove è possibile celebrare matrimoni e battesimi.

Dai lati del castello si diparte una lunga cinta muraria a pianta poligonale che, attraverso una serie di tettoie ed edifici, delimita un'incantevole "corte interna". Un giardino segreto dove il profumo dei fiori, l'ombra generosa dei pini secolari, il verde acceso del prato raccontano di un mondo dove il tempo sembra essersi fermato.

Dalle mura di cinta del castello si gode di una vista mozzafiato: ettari di ulivi dove pascolano liberi i cavalli dell'azienda e, in lontananza, la suggestiva corona di colline su cui sorge Tivoli. Da notare, in un angolo del patio, i salottini di pietra, preziosi frammenti architettonici rinvenuti nella proprietà, resti di un'antica villa romana.